Credits

AREA RISERVATA

Username

Password

Hai perso la password?

Sponsor

REGISTRATI A E-RAV

Perché registrarsi a E-Rav? I servizi offerti dal portale E-Rav sono a disposizione di tutti gli utenti registrati...

PER LE ASSOCIAZIONI

Fai parte di un'associazione di volontariato? Vuoi che questa sia inserita nel database di E-RAV?
Home | Progetto TOGO

Un service del Lions Club Arona-Stresa: 


Lago Maggiore – Togo: andata e ritorno
Progetto di scambio culturale

Un medico che parte per il Togo (Africa centro-occidentale), una scuola costruita in meno di 6 mesi, un progetto di scambio culturale tra le scuole di Arona e quella in Africa, un collegamento internet: sono gli ingredienti di una ricetta di solidarietà, nata quasi per caso, che ha visto il coinvolgimento di privati, associazioni e istituti scolastici della sponda piemontese del Lago Maggiore.


Nel mese di maggio 2010 una delegazione del Lions Club Arona-Stresa si è recata in Togo per l'inaugurazione di una scuola elementare nel villaggio di Ketognakopé, nell'entroterra del paese, finanziata dal Club. Il progetto è nato l'autunno scorso quando un medico ortopedico aronese, di ritorno da un ospedale missionario in Togo dove ha prestato assistenza ai malati, principalmente bambini affetti da malformazioni congenite, ha coinvolto il Lions Club per sostenere quella realtà. In accordo con le suore dell'ordine togolose di Notre Dame de la Trinitè, si è deciso di costruire una scuola, nella convinzione che garantire l'istruzione primaria sia il primo passo per aiutare questi bambini a costruirsi un futuro.
La scuola è una struttura in muratura in un constesto rurale di sole capanne che ospita 120 alunni.

Contemporaneamente, con la direzione scolastica delle scuole medie ed elementari di Arona è nato il progetto “Amicizia senza confini”, un gemellaggio culturale tra i bambini delle scuole elementari e medie di Arona e quelli della scuola di Ketognakopé. Il progetto interculturale vuole essere uno scambio tra le due realtà, un modo per imparare a conoscere usi, costumi e tradizioni di paesi diversi, per sensibilizzare i bambini (e non solo) sul tema della diversità e dell'arricchimento che la conoscenza di culture e realtà diverse dalla nostra porta. Gli studenti delle scuole di Arona hanno elaborato dei lavori di gruppo su usanze, ricette di cucina, favole, aneddoti, storie locali, etc., che sono stati portati in Togo dalla delegazione aronese. Gli alunni di Ketognakopé hanno realizzando lavori sugli stessi temi che sono stati portati in Italia; alla fine del progetto tutti gli elaborati saranno raccolti in un libro.

“Abbiamo sviluppato con entusiasmo questo progetto -dichiara Gabriella Cominazzini, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” di Arona – che abbiamo inserito come parte integrante del nostro programma didattico. Gli obiettivi che ci proponiamo – prosegue – sono quelli di far conoscere, riconoscere ed apprezzare usi e costumi di culture diverse e insegnare a vedere le cose anche dal punto di vista degli altri, confrontando le abitudini e i valori di diversi gruppi sociali per superare pregiudizi, diffidenze ed egocentrismo culturali. E' importante educare a sentirsi parte del mondo e non tutto il mondo”.

Al progetto partecipano tutte le classi della scuola primaria “Anna Frank” e “Dante Alighieri” e le prime classi della scuola secondaria di primo grado “Giovanni XXIII”. A questo proposito, sono state fatte lezioni preparatorie tenute dai docenti, incontri con il medico che ha raccontato la sua esperienza nell'ospedale missionario in Togo, rielaborazione in classe degli incontri ed infine produzione di materiali quali disegni, testi, cartelloni.

“E' un progetto ambizioso – ci racconta il presidente del Lions Club Arona-Stresa, Graziano Maraldi – che abbiamo voluto realizzare in occasione del Cinquantesimo del nostro Club. A seguito dell'esperienza diretta di un nostro socio in Togo abbiamo voluto sostenere quella realtà realizzando una loro richiesta: una scuola. Non volevamo però con il nostro intervento si esaurisse nella costruzione dello stabile, ma nella creazione di un rapporto continuativo – prosegue – e così, grazie all'interessamento da parte della direzione delle scuole di Arona, è partito il progetto Amicizia senza confini”.

In occasione del viaggio in Africa, è stato portato anche un ripetitore satellitare per verificare la possibilità di predisporre una connessione interneat nella sede principale della direzione didattica di Atakpamé in modo da consentire l'accesso all'informazione universale e al confronto e di contribuire a sviluppare i progetti di formazione informatica.

Per informazioni: togo@e-rav.it; www.e-rav.it Progetto Togo.


Lucia Benedini – lucia.benedini@alice.it


Entusiasmo per il Progetto Togo


Una scuola nel Togo


Il Giornale di Arona

La Prealpina

Il Corriere di Novara

Il Giornale di Arona

Vita


Il Togo

La cartina



Per saperne di più scrivere a: togo@e-rav.it